AutorePost
igor
Posts: 39

Celentano e la ineleggibiltà

Recentemente Celentano si è espresso in relazione alla questione inerente la ineleggibilità di Berlusconi sostenendo che non è opportuno invocare l` applicazione della legge n. 361 del 1957 che all` articolo 10 dichiara: "1. Non sono eleggibili inoltre: 1) coloro che.. (omissis) risultino vincolati con lo Stato per contratti di opere o di somministrazioni, oppure per concessioni o autorizzazioni amministrative di notevole entità economica", in epoca non sospetta quindi il legislatore prese in considerazione l` ipotesi in cui esistesse un conflitto di interessi, termine deprecato ed impronunciabile nel politichese 2.0, fra la carica politica ed interessi propri del candidato. Celentano ha apostrafato i promotori una iniziativa per sostenere la incandidabilità di Berlusconi,fra cui Floris D` Arcais, con termini coloriti che appartengono al suo scanzonato e dissacrante linguaggio e dei quali non mi scandalizzerei, quello che mi preoccupa maggiormente, ed in un certo senso mi delude, è la sostanza delle sue affermazioni, in particolare quando afferma che solo a seguito di una eventuale insuccesso elettorale di Berlusconi si poteva invocare "una legge che da quel momento in poi era per tutti e non solo per sbarazzarsi del vincitore". La legge a cui fa riferimento Celentano risale al 1957 e nessuno può ipotizzare che sia stata emanata per ostacolare l` affermazione politica di Berlusconi,la sua cosiddetta "discesa in campo" che ha prodotto peraltro olezzi di benigniana memoria, ma per affermare un principio di equità e giustizia impedendo che colui che avesse interessi economici nel pubblico, potesse trarre vantaggio dalla sua carica istituzionale. La legge è chiara ed inequivocabile ci si chiede quindi perchè fino ad oggi non sia stata applicata e la risposta si trova proprio nell` ipocrita gioco delle parti che le forze politiche, solo apparentemente contrapposte, hanno inscenato per anni durante i quali si discuteva inutilmente di leggi contro il conflitto di interesse, discussioni ed iniziative puntualmente disattese dai fatti e cadute nel nulla. Caro Celentano è proprio questo inciucio politico che ha indotto milioni di cittadini noti e meno noti a provare un senso di repulsione per la classe politica ed indurla ad un voto di protesta canalizzato principalmente nel movimento 5 stelle, ma costituito da tanti che non hanno partecipato al voto o lo hanno espresso a favore di altri movimenti, quale rivoluzione civile, non chiaramente identificabili con l` odiata classe politica preesistente. Le tue parole quindi non ritengo siano condivisibili, ma che perpetuino un privilegiato trattamento riservato a Berlusconi, ma non solo, ponendolo al di sopra delle leggi e rendendo beffardo il principio costituzionale "la legge è uguale per tutti".

Ultimo aggiornamento: 2013-04-03 10:50:42 by igor


Condividi su Facebook
2013-04-03 10:35:33
francescaeffe
Posts: 33

Re: Celentano e la ineleggibiltà

Celentano mi hai deluso, è meglio che canti anzichè farti prendere da inutili e sterili starnazzamenti.....

2013-04-03 12:15:30
Paolo Menelao
Posts: 3

Re: Celentano e la ineleggibiltà

Sì, ne ero al corrente. Però sarebbe importante che certe questioni venissero affrontate seriamente (almeno stavolta) dal Parlamento. Un Paese che ha bisogno di un cantante per darsi una sveglia è un Paese messo male. Molto male.

2013-04-03 17:18:12
igor
Posts: 39

Re: Celentano e la ineleggibiltà

Il tuo auspicio Paolo è pienamente condivisibile l` argomento è serio e deve essere affrontato responsabilmente evitando opposti estremi, la necessità si pone in quanto oltre al conflitto di interesse che riguarda Berlusconi, si ravvisano implicazioni molto più estese, difatti molti altri hanno beneficiato di un vuoto normativo che ha permesso ad alcune cricche di perseguire principalmente interessi elitari e circoscritti a discapito dell` interesse comune. Si spera che la ventata di rinnovamento non si limiti alle questioni secondarie di cui tanto si parla, ma affronti i problemi alla loro radice fra cui quella di una seria e ponderata legge sul conflitto di interessi.

2013-04-03 17:37:58
alessia
Posts: 19

Re: Celentano e la ineleggibiltà

Io non capisco Celentano primas si schiera con il Movimento 5 Stelle e spara quasta sentenza su una questione sostenuta dallo stesso movimento

2013-04-03 17:47:58
pellizzetti pierfrancp
Posts: 8

Re: Celentano e la ineleggibiltà

mi spiegate per quale motivo dare tanta importanza a un tipo come Celentano, l`icona della paraculaggine nazionale? Uno che faceva l`amico della foca ed era proprietario di pelliccerie, uno che ha sempre votato Berlusconi... tra l`altro quello che invitava le mogli a scioperare contro i mariti che com lo sciopero lottavano per i diritti. Insomma, il re del cazzeggio da bar più ottuso, prima ancora che reazionario. Bocca lo aveva definito "cretino di talento".

2013-04-03 18:48:31
igor
Posts: 39

Re: Celentano e la ineleggibiltà

Pierfranco non siamo noi a darvi importanza in quanto le dichiarazioni di Celentano indubbiamente influiscono sull` opinione pubblica che forse impropriamente lo considera una espressione dell` anticonformismo rozzo ma carismatico impegnato sul fronte di battaglie sociali , non l` ho mai esaltato tuttavia rimango sorpreso da quello che dice e mi sembra in contraddizione con quello che lasciava intendere durante le sue apparizioni televisive

2013-04-03 21:27:00

» = Nuovo Post      = Segnalibro del Post

Per partecipare alla discussione fai il login